Link utili

Attrazioni turistiche

Pisa, situata nella Toscana occidentale, è conosciuta in tutto il mondo per la sua famosa Torre pendente, ma a Pisa c’è molto di più di questo straordinario punto di riferimento. Questa città ecclesiastica iniziò la sua vita come insediamento marittimo circa 3000 anni fa e fu fondata a metà dell’XI secolo.

Oggi Pisa è piena di meravigliosi monumenti storici e di edifici risalenti a centinaia di anni fa,  infatti gran parte della città è riuscita a conservare il suo aspetto medievale. Pisa è anche conosciuta per la sua eccellente Università, che è stata fondata nel 1343.

Nel nord-ovest di Pisa c’è un immenso prato verde, conosciuto come Campo dei Miracoli o Piazza dei Miracoli, su cui si ergono quattro straordinari edifici in marmo bianco, che combinano elementi architettonici moreschi, gotici e romanici. Queste imponenti strutture sono: il Duomo (cattedrale), che fu costruito quasi 1.000 anni fa, la Torre pendente, il Battistero circolare (il più grande del suo genere in tutta Italia) e il Camposanto, che è senza dubbio uno dei cimiteri più belli del mondo.

In Piazza dei Miracoli si trova la sede dell’ufficio informazioni turistiche di Pisa, mentre ulteriori punti turistici si trovano in Piazza Vittorio Emanuele e nel vicino aeroporto Galileo Galilei.

Una cinta muraria circonda su due lati il Camposanto, mentre due importanti musei si trovano a sud. Questi sono il Museo dell’Opera – contenente una significativa collezione di sculture, dipinti e altre opere relative agli edifici ecclesiastici in Piazza del Duomo e il Museo delle Sinopie, che conserva molti schizzi originali in gesso degli affreschi del Camposanto che furono danneggiati da un incendio nel 1944. La Torre di Pisa non è l’unico edificio pendente della città. Il terreno instabile e sabbioso sotto il Campo dei Miracoli ha provocato altri problemi che non sono così evidenti. Il battistero si inclina verso nord e vista da certi angoli, anche la cattedrale del Duomo è tutt’altro che diritta. Ci sono anche un paio di campanili a Pisa che si sono spostati e questi sono stati soprannominati Le Altre Torri Pendenti: il campanile di San Nicola e San Michele degli Scalzi.

Il centro storico di Pisa è concentrato sulla riva nord del fiume Arno ed è ancora circondato da mura del XII secolo. La strada principale è la lunga e curva via Santa Maria, che collega il Campo dei Miracoli con il Lungarno. Palazzi e residenze fiancheggiano questa strada e conservano le loro splendide facciate, che risalgono al XVI secolo. Il punto centrale di Pisa è Piazza Garibaldi, che si trova sul lato nord del Ponte di Mezzo. Da notare anche l’elegante Borgo Stretto, che è pieno di negozi e caffetterie e il moderno murale di Keith Haring situato nella piazza Vittorio Emanuele recentemente restaurata. Ultimo ma non meno importante, situato nella parte sud del fiume, a pochi passi da Ponte di Mezzo, c’è Palazzo Blu, un antico edificio restaurato in chiave moderna e diventato sede dell’offerta culturale della città , in quanto ospita mostre e numerosi progetti culturali interessanti.

Infine segnaliamo il Museo degli Strumenti per il Calcolo, che conserva una vasta collezione di strumenti di calcolo storici, tra cui uno dei primi computer italiani, il CEP – Calcolatrice Elettronica Pisana.

I dintorni di Pisa

Numerosi percorsi storici, naturalistici e gastronomici possono iniziare da Pisa verso i dintorni. Di seguito, menzioniamo le città toscane più vicine che possono essere facilmente raggiunte da Pisa. Inoltre, Firenze e Siena sono raggiungibili da Pisa in treno in circa un’ora.

Calci

Calci dista pochi chilometri da Pisa e si trova nel centro della Valgraziosa. La valle, che ha l’aspetto di un anfiteatro, comprende i paesi sulle sue pendici. Oggi Calci è una cittadina agricola circondata da uliveti terrazzati nella parte inferiore e ricoperta da pini e castagni nella parte superiore. È un posto perfetto per passeggiare attraverso luoghi interessanti dal punto di vista naturalistico, ambientale, storico e artistico. Il luogo più importante da visitare è la Certosa di Pisa che è un monumento in stile barocco abitato dai monaci certosini con un ampio cortile utilizzato come punto di contatto con il mondo esterno. All’interno del complesso della Certosa ci sono una serie di edifici, tra cui il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa. Calci dista circa 10 km da Pisa. Con l’autobus CPT extraurbano è raggiungibile in circa 30 minuti.

Il museo di storia naturale dell’Università di Pisa

San Rossore

Il territorio ora compreso entro i confini del Parco Regionale del Migliarino San Rossore Massaciuccoli ha subito, nel corso dei secoli, una serie di modifiche attribuibili all’antropizzazione. Testimonianze storiche hanno permesso la ricostruzione dell’evoluzione di questo ambiente, che è sempre stato caratterizzato da ampie lagune alternate a boschi e macchia mediterranea, tipiche delle aree delta. In questo parco è possibile entrare in contatto ed apprezzare i delicati equilibri della natura, lo splendido paesaggio, la riscoperta dell’antico gusto delle tradizioni. Il Parco di San Rossore e Massaciuccoli è piuttosto vicino alla Torre pendente, da cui si può raggiungere a piedi, con una lunga camminata, altrimenti in auto o in treno (la stazione ferroviaria più vicina è Pisa San Rossore) e  taxi.

Il sito ufficiale del parco di San Rossore

Lucca

Lucca è famosa per le sue mura in stile rinascimentale che sono rimaste intatte diversamente da molte altre città toscane che hanno visto le loro mura distrutte nel corso dei secoli. La stazione ferroviaria si trova appena fuori dalle mura meridionali, con un ingresso sotto il baluardo di San Colombano che porta proprio dietro la cattedrale di Lucca e nel cuore della cittadina. La maggior parte delle attrazioni di Lucca oggi mostrano la sua storia antica: dalle tracce dell’anfiteatro romano ancora visibile dalla forma di Piazza dell’Anfiteatro, ai resti archeologici sotto la chiesa dei Santi Giovanni e Reparata del XII secolo, che fu la prima cattedrale della città, situata proprio dietro l’angolo dall’odierna cattedrale di San Martino, alle varie torri e ville risalenti del XII al XVI secolo. Straordinariamente, nonostante l’accrescimento e l’ammodernamento della città, furono mantenute intatte le mura che circondavano il centro storico, cosa che non avvenne per molte altre città della Toscana. Oggi che le mura hanno perso la loro funzione militare, la parte superiore delle mura è diventata una passeggiata pedonale e una delle principali attrazioni di Lucca. L’area intorno alle mura è ben curata, con erba verde e alberi ovunque lungo le pareti. In sostanza le mura sono diventate un parco che circonda la città e la separa della vita più moderna. Dalle mura è inoltre possibile godere di splendide viste sulla città e chi viaggia con bambini può trovare anche alcune aree gioco. Lucca è facilmente raggiungibile da Pisa in treno in circa mezz’ora.

Sito web del turismo di Lucca

Volterra

Volterra è una delle città collinari più belle e meno note, nascosta nel cuore della Toscana, a breve distanza da Firenze (72 km), Siena (50 km), Pisa (64 km) e S. Gimignano (29 km). Immerso in una posizione idilliaca in un suggestivo paesaggio di dolci colline ondulate e boschi lussureggianti, bruscamente interrotti da profondi muri di argilla, abissi e burroni, Volterra, posta a 545 metri sul livello del mare, domina e divide le valli Cecina ed Era. Un’oasi di arte e architettura etrusca, romana, medievale e rinascimentale. Volterra e il suo territorio sono la scelta perfetta per intensi programmi di studio o una vacanza rilassante e tranquilla. Volterra è anche chiamata la “città ventosa”, grazie alla sua posizione collinare a metà strada tra le valli della Toscana centrale. La città ha origini etrusche e divenne un’importante sede episcopale intorno all’XI secolo. Oggi è un’importante città d’arte, nota anche per l’artigianato di alabastro e onice. Il modo migliore per raggiungere Volterra è in auto, in circa un’ora.

Sito web del turismo di Volterra